Solitudine

Capita che la famiglia componibile si scomponga ai minimi termini, e che da 5 ci si ritrovi prima in 2, per qualche giorno di pace e di foto meravigliose in un posto meraviglioso che era il sogno della tua vita, e poi in 1, di nuovo al sud, su una spiaggia semi deserta quasi all’alba, e questo uno sono io.
Il mio bimbo col padre al mare, il mio fidanzato a lavorare, la figlia grande al campo scuola e la piccola con la mamma.
Sono arrivata qui ieri, oggi avrei potuto dormire e invece mi sono alzata all’alba insieme a lui, che alle 7 entrava al lavoro, l’ho accompagnato e me ne sono venuta in spiaggia, sola, con un libro che ho voglia di rileggere, un asciugamano a righe, una bottiglina di acqua, un cappello di paglia e l’iPod. Basta.
La pace della mattina presto, una brezza gentile, la spiaggia della riserva marina tutta mia. 

Ho camminato tanto per essere ancora più sola, lontana dalle persone che lentamente arrivavano, lontana soprattutto dai bambini, che quando non hai tuoi sopporti ancora meno.

Nelle orecchie le sonate di Scarlatti, un po’ di Schumann, una ballata di Chopin che non ho mai studiato e probabilmente non studierò mai, la sonatina di Galuppi suonata da Michelangeli, il suono delle onde che si infrangono sul bagnasciuga.
La solitudine che a tanti fa paura, e che fino a una decina d’anni fa mi terrorizzava, adesso è per me linfa vitale, è raccoglimento, sono pensieri sconfinati come questo mare, sensazioni di pace e di libertà, momenti preziosi e rari che accolgo come un regalo dal valore inestimabile.
Cosa posso desiderare di più in questo momento perfetto?
Poi una vocina ha interrotto il mio silenzio, mentre camminavo sulla spiaggia, sandali in mano e borsa in spalla: la fiera quasi adolescente che mi chiamava dal campo scuola nell’unico orario in cui hanno accesso al cellulare per sentire i familiari.
E il mondo, stamattina, mi è sembrato ancora più bello.
  

Annunci

24 pensieri su “Solitudine

  1. Che sensazione di pace mi ha trasmesso questo post…. ahhhhhhhh… dopo una corsetta, una doccia e la lettura del tuo post mi sento proprio bene! 🙂
    Grazie! :-*

    Liked by 1 persona

  2. Beh non sei sola, sono arrivata io ❤ Mi ti immagino con quel cappellino di paglia 😉 un abbraccio e goditi la spiaggia e il mare anche per me

    Mi piace

  3. Sensazione meravigliosa, grazie per avermela fatta provare in via indiretta! 🙂 Buona prosecuzione cara! ❤

    Mi piace

  4. un po’ di invida c’è 😉

    Mi piace

  5. Anche per me la solitudine fino a qualche anno fa era puro terrore, ora oasi di pace. E sì, anche a me i bimbi altrui danno noia, quando la mia non c’è! Un abbraccio e buona vacanza

    Mi piace

  6. Adoro questi momenti, quando ci riesco me lo godo in pieno, sia al mare, in giardino, a casa, sono momenti troppo preziosi, ti ricaricano, dolce la piccola che ti telefona, un abbraccio cara, buona continuazione di vacanza, ❤

    Mi piace

  7. Una pace molto bella, mica tutte sono così

    Mi piace

  8. Vedo che tutti i commenti si sono incentrati sulla prima parte del post. È bello stare con se stessi se ne si è capaci, e non sono proprio tantissime le persone che lo sono. Potremmo parlarne per ore, ma io voglio dirti che secondo me la parte più importante del tuo post è la penultima frase. Io faccio un tifo sfegatato per te, neanche per il tuo fidanzato, e dell’altra non voglio neanche parlare. Voglio evitare di cantare vittoria troppo presto, la partita è ancora lunga, però essere sul 2-0 è una bella cosa, anche per chi è sugli spalti e tifa… Daje. Continua a essere te stessa e vincerai partita e campionato! Un abbraccio e salutami il mare bello, per favore. Io ti saluterò il mare brutto di Focene.

    Mi piace

    • Ma grazie carissimo Max, non sai quanto i tuoi commenti siano di incoraggiamento! Dovrei scrivere sempre quello che succede di bello fra me e le bambine, per non perderne memoria e per sostenermi quando l’insicurezza mi attanaglia. Sai, con mio figlio è molto più semplice essere ‘l’altro’, intanto perché lui è un maschio, poi perché è un bambino di natura amoroso, a cui basta essere amato e un po’ di considerazione per affezionarsi subito, perché ti venga ad abbracciare e a dirti cose affettuose e dolci. Loro sono già di per sé bambine riservate, che non esprimono i loro sentimenti a parte con mamma e papà, non sono mai con gli altri bimbe ‘fisiche’; con me l’affetto si manifesta attraverso questi gesti simbolici (la playlist, la telefonata, i rari Whatsapp in cui mi manda foto che le piacciono e che io dovrei fare-sempre quando è col padre e mai con la madre ovviamente- quando chiede al padre se io ci sarò, quando arrivo, quando si lamenta perché sono stata solo due giorni qui al sud e poi ripartita, quando le dico che abbiamo i capelli uguali e noto nel suo sguardo un lampo di felicità e ammirazione unito a un timido sorriso che la illumina immediatamente , cose così), e ho imparato a capirlo. Solo che il dubbio, la paura, l’insicurezza (che mai mostrerò con loro, e neanche col mio uomo) sono sempre in agguato. Forse perché la mia è una posizione delicata, o perché abituata diversamente con mio figlio, ma anche con i miei nipoti e persino con le mie allieve di piano. (Ma anche la posizione di un’allieva di piano è più semplice che quella della figlia del tuo compagno, questo lo riconosco 😉 )
      Grazie ancora davvero, di cuore.

      Mi piace

      • Tutto ciò che mi dici mi conferma che quello che tu stai facendo è davvero la cosa più semplice (a parole). Tu sei te stessa, semplicemente. E questo paga. Perché evidentemente sei una bella persona e porti con te quel che la figlia grande vorrebbe trovare. Non in un genitore, ma semplicemente in un mentore. Se pensi alla tua, di adolescenza, sono certo che ricorderai la presenza di altri mentori oltre ai genitori. Magari un professore particolarmente interessante, magari una zia o una cugina più grande… Sii il mentore della figlia del tuo uomo e stabilisci le “regole della casa” come si diceva tempo fa. Che non sono le TUE regole, ma le regole di TUTTI. E vedrai che la tua autorevolezza si affermerà senza la necessità di alcun autoritarismo. E soprattutto. Sii serena. Ché serenità chiama serenità. E se sbaglierai, chiederai scusa. Tutti sbagliano. Un abbraccio. 🙂

        Mi piace

      • Ho pensato alle tue parole tutto il giorno e hai ragione su tutto. Mentore. Questo sono e sarò. Avevo anche io da adolescente persone più grandi che ammiravo e amavo senza riserve, a cui mi rapportavo con timidezza provando uno sconfinato desiderio di identificarmi con loro, me lo hai fatto ricordare. Quanto all’autorevolezza, anche su questo concordo: ormai le bimbe conoscono le ‘regole’ di questa casa e non fanno quasi più opposizione, è una cosa ormai (pare) acquisita. La serenità è tanta, e tutti mi sembra che la avvertano. Vedremo come andrà la prossima tappa tutti insieme, fra una settimana. Per ora grazie. Davvero.

        Mi piace

  9. Io sapevo che avrei goduto della solitudine, certo, ci sono giorni che è stata un’arma a doppio taglio ma sappiamo bene che senza separazione non ci sarebbe mai stata, in particolare nel mio caso, 3 figli un marito un gatto e un cane (enorme). Io sto fin troppo bene sola. La tua figura per le bimbe è una figura importante, nei confronti della quale io nutro ad oggi sentimenti ambivalenti. Sono stata “la compagna di papà” e ho lasciato il segno e questo da un lato mi fa ovviamente piacere e dall’altro tremare i polsi. Ma so che capisi. Speriamo capiscano anche dall’altra parte 😉

    Mi piace

  10. Belli questi momenti mattinieri! Anche a me capita di viverli e di sentirmi in pace! Baci

    Mi piace

  11. ahhhh che pace!!!!! ogni tanto ci vuole proprio… staccare la spina e stare un po’ con se stessi…!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...