Di vacanze, trasferimenti, ricomposizioni e separazioni.

Scrivo, dopo tanto tempo, dal mio volo di ritorno al nord, dopo aver trascorso l’ultimo week-end da soli, io e lui, prima che la famiglia si ricomponga per tre lunghi mesi, ovvero per tutta l’estate.

Come mi sento? Benissimo.

Un anno è passato dalle prime volte tutti insieme, e ormai ci conosciamo bene, poche sono le sorprese a cui possiamo andare incontro (le ultime parole famose), una certa routine (pur nella sua impossibilità di esistere, in quanto famiglia a distanza) si è instaurata fra noi, i bambini si amano e insieme si divertono, la mamma delle bambine sembra si sia calmata (sembrerebbe, con lei meglio usare il condizionale) e anzi, nei nostri ultimi incontri tutti e cinque ha avuto lunghe e complimentose conversazioni telefoniche col mio bambino invitandolo pure a casa sua (!), noi ci amiamo sempre e più di prima, quindi affronto questa estate con un’ insolita positività e, lo ammetto, anche ben disposta ad accogliere serenamente l’ineluttabilità della cosa.

Come sempre tutto è organizzato nei minimi dettagli:

– I nostri lunghi periodi al sud, comprensivi di una settimana tutti quanti in hotel all inclusive (per la prima volta) in una regione vicina con annesso mini club per vedere se ogni tanto possiamo fare, io e lui, una capatina in camera o da qualsiasi altra parte per scambiare due parole (in senso lato) fra adulti.

– Altri dieci giorni (per compensare il lieve ma reversibile senso di colpa della nostra coscienza intellettuale che ci ha portati a prenotare la vacanza comoda nell’hotel 4 stelle, 7 piani, 2 piscine) in una casetta piccola piccola ma con giardino in mezzo alla campagna, a due passi dal mare, in una riserva marina protetta, circondati da campi di grano, ulivi, papaveri, contadini come vicini di casa che vendono i prodotti dei loro orti sul ciglio della strada sterrata (interdetta alle auto) che porta alla spiaggia. Il mare cristallino e incontaminato, dove ancora nidificano tartarughe marine e si possono incontrare uccelli e pesci mai visti.

I nostri mini preziosissimi momenti di solitudine di coppia che comprenderanno un ritorno fugace in Provenza perché io devo fotografare la lavanda in fiore (e poi anche perché ci siamo perdutamente innamorati di questa regione e quindi la lavanda è sì il motivo del nostro secondo viaggio ma anche un po’ no) e qualche giorno nell’Isola.

L’isola dove ho casa da quando ero piccola e di cui sento incontenibile il richiamo e straziante la mancanza in ogni momento della mia vita.

A metà agosto mi farò in giornata sud-nord e nord-sud (1000 + 1000 km in poche ore) per riaccompagnare il mio bambino dal padre per gli ultimi 15 giorni di vacanza, e già il mio cuore si frantuma al pensiero, perché è vero che i figli rompono, che a volte sono pesanti, molesti, e sempre sono faticosi, è vero che quei 15 giorni io e il mio fidanzato saremo liberi e belli entrambi, ma due settimane lontani dai nostri bambini sono tante davvero, e questa è forse una delle cose tristi della separazione.

Mi consolo pensando che tanti genitori d’estate stanno lontani dai loro piccoli anche più tempo, perché devono lavorare e i bambini restano al mare o altrove con i nonni anche un mese o due, ma nel profondo sento che non è la stessa cosa, che le rassicurazioni che noi separati dobbiamo ai nostri figli devono essere maggiori, che il tempo che trascorriamo in esclusiva con loro deve essere meraviglioso e indimenticabile, forse perché la paura che non si sentano amati, che si sentano in qualche modo ‘parcheggiati’ mentre noi ci andiamo a divertire chissà dove in loro assenza, è sempre in agguato.

Forse sono solo sensazioni mie, di una mamma che non è immune ai sensi di colpa, anzi, oppure sempre più percepisco che il tempo passa, lui cresce e questi momenti in cui ha così tanto bisogno di me, della mia compagnia, del contatto fisico, del chiacchierare con me (allo sfinimento, è vero, lo sapete anche voi ormai) passeranno e non torneranno più.

Io comunque gli dedico la mia estate.

La dedico a lui e alla mia bella famiglia componibile. Al mio compagno di vita e alle sue bimbe che fremono perché già ci aspettano al sud, fra pochi giorni.

Tre mesi solo per loro.

Non lavorerò quasi, ho scelto così e no, non me lo posso permettere.

Semplicemente faccio con quello che ho e che ho guadagnato in questi duri mesi in cui non ho avuto neanche tempo per scrivere qui sul blog, tanta era la stanchezza, tanti erano i pensieri.

Ma ora sono pronta. Giovedì si parte, bagagli leggeri, uno skateboard che non so dove infileremo e che la compagnia aerea ancora non sa dirmi se può considerarlo bagaglio a mano o dovrò pagare un extra, tanti libri da leggere, costumi, macchina fotografica, computer, e che le danze abbiano inizio.

skate

Annunci

37 pensieri su “Di vacanze, trasferimenti, ricomposizioni e separazioni.

  1. Che bello leggerti, sono contenta di sentirti cosi’ bene, sara’ una stupenda estate, un bacione cara, buone vacanze, ❤

    Liked by 1 persona

  2. Suona così bene che non aggiungerei niente.. Sta bene anche un po’ di senso di colpa – purché non si esageri – perché se non sfora in ansia è misura di cura 🙂
    Sarà una bellissima estate

    Mi piace

  3. Cara amica di blog, che dire? Un bellissimo post. Che tu riesca poi a dedicare al tuo bambino e a tutta la tua Famiglia l’intera estate è davvero un privilegio, anche se capisco bene i sacrifici che questo può comportare. Ti invidio.. Come al solito 😄 io dovrò lasciare le ragazze dai nonni per tutto luglio, fin quando nn riuscirò a fermarmi per una ventina di giorni; già mi pesa, come ogni anno, questa separazione. Un abbraccio a tutti!! Buone vacanze 😘

    Mi piace

  4. E che sia una buona estate allora! Un abbraccio grande! ❤

    Mi piace

  5. Beh, non è poco. Detto da una lavoratrice dipendente che due settimane filate deve pietirle…

    Mi piace

  6. Quanti bei progetti, per un’estate super. Il tuo bambino non credo si possa sentire parcheggiato, anche perché un po’ di tempo con il papà non è una baby sitter o un centro ricreativo dove lo lasci, potrà solo farlo felice.

    Liked by 1 persona

  7. sprizzi positività da tutti i pori e fa bene, oltre che a te a chi ti sta vicino e perchè no, a chi ti legge.
    Io per questa settimana mi accontento di avere il mio cucciolo con me…due maschiacci in casa coi piedi sul tavolino e le regole messe un po’ da parte… 🙂

    Mi piace

  8. Buone vacanze cara, vedrai che sarà bellissimo, come bellissime sono le emozioni che mi hai trasmesso con questo post! Poi in privato mi manderai gli indirizzi che in qualche modo vi raggiungo pure io da qualche parte….. 😂😂😂 un bacione grande 😘😘

    Liked by 1 persona

  9. e cos’altro aggiungere se non BUONE VACANZE!!! 🙂

    Mi piace

  10. Buonissime vacanze!

    Mi piace

  11. non ricordo un’estate..o meglio una vacanza lontana dai miei figli…sempre con me ovunque.
    Ancora oggi mia figlia 15enne mi segue e io ne sono felice
    La tua sarà un’estate movimentata e decisamente bella…e sono tanto felice per te!
    Buone Vacanze e tienici informati ehhhh

    Mi piace

  12. Leggo che sei serena, vedrai sarà una bellissima estate. Un abbraccio

    Mi piace

  13. Ciao Enrico, sono stranamente molto serena, e anche incuriosita da questa lunga e movimentata estate. Vedremo. Un abbraccio a te, grazie!

    Mi piace

  14. Aspettiamo i racconti. Buona vacanza! 😘

    Mi piace

  15. Le premessi ci sono! Evviva le vacanze!

    Mi piace

  16. Ma che bellooo! Che passino in fretta allora questi giorni che vi separano dalla reunion familiare vacanziera, sarà bellissimo (o magari siete già arrivati a destinazione?)! I sensi di colpa – mi sembra di capire – sono una costante dell’essere mamma, ce li ho io che di figli non ne ho…quindi ti abbraccio e ti incoraggio a non sentirti in colpa, perché la cosa più bella che un bimbo possa avere è una mamma felice e innamorata! 🙂

    Mi piace

  17. Le vacanze per noi separati sono sempre difficili per le prolungate assenze, io quest’anno vado a settimane, tanto nessuno si muove e va bene così, 15 giorni farei tanta fatica anche io, perché rompono ma mancano. E hai ragione che è diverso lasciarli dai nonni. Proprio diverso. Per tutto il resto ma proprio tutto, oltre alla mia solita invidia ;), ti aguro vacanze meravigliose e dalle foto stupende che ho il privilegio di vedere direi che sei partita alla grande <3.

    Mi piace

  18. Della Leggerezza

    Buon divertimento, bel post e belle “confessioni”, fanno bene ai cuori altrui.

    Mi piace

  19. Ti ho nominata, vieni a vedere! (E buone vacanze!)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...