Oscuri presagi

Dopo aver trascorso, e con molto piacere, i giorni di Natale e Santo Stefano praticamente da sola, ad eccezione di un breve pranzo dai miei e un cinema (di qualità) con un’amica, ecco che, come da copione, tenebrose profezie si fanno largo nella mia mente.

Previsoni certe di privazione della libertà, della privacy, del sonno, della pace si alternano dentro di me, e a turno vengono riposte nell’angolo razionale del mio cervello, che ormai riesce a non soccombere a quello governato dall’ansia grazie ad anni di esercizio di autocontrollo che forse hanno dato qualche frutto. Forse.

Soffro perché il computer non mi entra in valigia, e neanche la tavoletta grafica, ed essi sono il mio tasto escape, la scusa, il pretesto, il “devo lavorare un po’, ciao, ci vediamo fra un’ora, fra due, non lo so”.

Ho l’iPad, ma non è la stessa cosa, perché posso solo scriverci, e scrivere non è il mio lavoro. Non posso usarlo come scappatoia.

I bagagli, miei e del mio bambino, contengono vestiti per tutti i climi (che pare la morsa di freddo che sta arrivando ci seguirà anche al sud, con l’aggravante del vento), giochi, regali, una stampantina istantanea fotografica, libri, reflex, non c’è spazio per altro.

Ho provato a suonare il pianoforte, che in genere mi acquieta, e niente, oggi non funziona.

Andrà tutto bene, come sempre. Sarò felice, come lo saranno tutti gli altri.
Nulla è cambiato, le bambine mi ameranno, saranno affettuose, non le vedo da un mese ma saranno sempre le stesse. Dormiremo tutti, sono grandi ormai, i problemi di sonno della scorsa estate sono stati risolti, anzi, la mattina ci lasciano pure riposare.

I bambini andranno tutti d’accordo e romperanno poco, non vedevamo l’ora che arrivassero le vacanze di Natale. Avremo sì meno tempo per noi (zero?) ma fa parte del gioco, di questa allegra e scombinata famiglia che ci siamo scelti.
Ma io ho l’ansia. Un senso di soffocamento che so, perchè lo so, che scomparirà non appena ci rivedremo, e che un pochino sì tornerà, ma come quello di qualsiasi genitore assediato da tutti i figli per un tempo superiore a quello a cui è abituato (e noi separati siamo in un certo senso abituati male), come tutti i papà e le mamme che hanno i bambini a casa da scuola e che si sono presi vacanza pure loro.

Se non si fosse ancora capito, fra due ore io e il mio bimbo voleremo a mille chilometri da qui, e la famigliacomponibile si ricomporrà per un’intera settimana.
Addio.

escape

Annunci

37 pensieri su “Oscuri presagi

  1. Stai serena, tutto andra’ bene, lo hai detto tu, l’ansia che provi e’ normale, poi andra’ via, vedrai, un bacione grande, ❤

    Mi piace

  2. Tu oggi ce lò’hai sto piano b?

    Mi piace

  3. Ma sììììì andrà tutto bene, come sempre! Un respiro e un sorriso 🙂 Goditi la tua famiglia … ricomposta! 😉

    Mi piace

  4. Io dico solo: invidia.

    Liked by 1 persona

  5. E che anche io suono il piano quando sono tesa.

    Mi piace

  6. Addio mi sembra proprio esagerato… Arrivederci basterà 🙂

    Liked by 1 persona

  7. Tranquilla io vado di fiori di Bach o cucio…anche un ottimo libro e’ un buon piano B …serve per evadere 😉 vedrai andrà bene… Attendiamo news

    Mi piace

  8. Non sempre l’ansia è negativa, sai? Possiamo interpretarla come un segnale di consapevolezza, cosa non da poco, da trasformare in energia positiva che uscirà, e andrà tutto bene proprio come hai scritto tu.
    E poi ora hai pure il computer! 😉
    Buona “ricomposizione”!
    Un abbraccio 🙂
    Primula

    Mi piace

  9. Io ti invidio e già lo sai e per una volta non quoto la pellona, ti invidio proprio di mio. Starete bene e ancora meglio la settimana dopo quando sarete solo voi 😀 . Non oso chiedere a cosa tu abbia rinunciato per infilarci il computer nel trolley. Elimina i libri donna e buttali sull’ipad, quando viaggi con gli irlandesi è l’unica! Divertitevi tanto e salutami tutti.

    Mi piace

  10. Buona vacanza.. E chissa.. Insieme a capodanno, insieme tutto l’anno!
    Vi abbraccio forte e buone feste a tutti!

    Mi piace

  11. Le feste mettono ansia a prescindere. .

    Mi piace

  12. Micol, buone feste anche a te, anzi a voi!

    Mi piace

  13. Rinunciare al computer, mai! (Però io con il kindle ho risolto un sacco di questioni – perché lo trovo più simile a un libro tradizionale che a uno schermo di computer). Buone vacanze componibili e imprevedibili, ma forse per questo proprio belle. E poi ti chiedo se puoi dirmi il cinema di qualità, che in questi giorni anche io vorrei dedicarmi a un po’ di sala buia…

    Mi piace

  14. CoMe capisco la tua ansia… Io sto in apnea per giorni quando da noi arriva il componente aggiuntivo, sempre in modalità scappa e fuggi! Che vita , però…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...