Signora guardi che a quest’età il bullismo non esiste

Questo, in pratica, mi sono sentita dire al colloquio con le quattro maestre coinvolte (le nostre e le due della classe dei bambini che hanno tormentato per un anno mio figlio di 7 anni).

Avevo immaginato un incontro anche affettuoso, in cui insieme, io e loro, avremmo cercato una soluzione funzionale e costruttiva per tutti, avevo dato per scontato che empatia, dispiacere, rassicurazioni e positività sarebbero state alla base del nostro dialogo.

Invece.

Invece “non è successo niente di grave”, “eh ma ascolti, suo figlio però li cerca, quei bambini”, “il bullismo lei non lo sa ma è un contrasto fra due persone che non sono pari, mentre invece in questo caso sono pari perché hanno tutti la stessa età“, “ma che c’entrano le derisioni? Tutti loro si prendono in giro e hanno dei soprannomi” “queste cose succedono sicuramente al post scuola, non a ricreazione quando ci siamo noi”

Ah sì? E gli sputi? Il metterlo in un angolo in quattro contro uno e toccarlo anche nelle parti intime, facendogli ripetere cose che lui non vuole dire, il fatto che il mio bambino si paralizzi e non riesca a reagire?

“No signora, ci dispiace ma quella dello sputo non può essere vera perché noi abbiamo già chiesto e tutti hanno negato”

Non avevo voglia di arrabbiarmi, non è nel mio stile.
Avevo questo muro compattissimo di quattro maestre davanti e mi ero pure stufata di ascoltarle. Ho però risposto una ad una a tutte le loro obiezioni, facendo loro un piccolo trattatello di psicologia infantile elementare, mi sono vestita, le ho ringraziate per il colloquio concessomi e, mentre stringevo loro la mano, fra un grazie e un si figuri, ho regalmente lanciato il mio strale: “Adesso però io e mio marito (uso marito quando voglio sottolineare forte coesione genitoriale) avremmo una richiesta: vi chiediamo un altro incontro a cui però siano presenti anche i genitori dei bambini coinvolti, perché pensiamo che non sia giusto che voi vi assumiate la responsabilità del comportamento dei vostri allievi senza che i loro genitori sappiano nulla

Il gelo è sceso definitivamente nell’aula calda e addobbata per Natale, fra le ghirlande che i bimbi hanno realizzato per noi, e i cappelli di carta crespa che serviranno per la recita della la prossima settimana.

Il panico fra le maestre era evidente e palpabile. Con un filo di voce, un po’ balbettante per la verità, hanno obiettato che così però avrebbero dovuto dirlo alla preside.
Ho fatto finta di non capire, e ho solo risposto che sì sì, per noi non c’erano problemi a che lo sapesse la dirigente scolastica.
E dentro di me vedevo le cose mettersi a posto.

Com’è finita?

Che il giorno dopo, di mattina presto, mi ha chiamata la preside e ci siamo viste subito. Ha giudicato gravissimi i fatti accaduti e altrettanto grave il comportamento delle quattro maestre. Ha detto che manderà una delle tirocinanti a vigilare sulle due classi, riprenderà le maestre perché non li hanno controllati abbastanza, e, ultimo ma non per ultimo, chiamerà uno alla volta tutti i genitori dei bulletti e li convocherà presso di lei.
Ah no, è vero, il bullismo a questa età non esiste.

IMG_1456.JPG

Annunci

31 pensieri su “Signora guardi che a quest’età il bullismo non esiste

  1. Ma che quattro mignotte indegne.
    Bravissima tu!

    Liked by 1 persona

  2. Dispiaciuta enormemente per il fatto, ma … sei stata una grande! La diplomazia paga … un abbraccio!

    Mi piace

  3. Sai cosa temo? Perchè sono imbruttita dalla vita purtroppo. Temo che pure la preside abbia detto così per dire, per fare la ‘buona ‘, per sembrare efficiente, e poi non faccia un cazzo. Spero sia una scuola pubblica e non privata. Spero che le 4 dementi subiscano lo stesso trattamento che ha dovuto subire tuo figlio. E comunque, i genitori chiamali pure tu.

    Mi piace

    • Pellona, anche io sono un po’ imbruttita dalla vita, ma resto sempre fiduciosa. Con la preside ho parlato ben un’ora, e di tutto (sempre cose inerenti a scuola ed educazione), per farti un esempio le ho detto che avrei voluto far cambiare gruppo di inglese al bambino (è una scuola pubblica, pero’ la sua classe e’ a tempo corto-moduli-e il lunedì la preside aveva proposto come attivita’ extra per chi la volesse un corso di inglese con la London school, per far uscire ugualmente i bimbi alle 16:30), ecco, mio figlio era capitato nel gruppo di uno dei bulletti che gli rompeva le palle anche la’, e quando l’ho detto alle 4 maestre mi hanno risposto: Ah, noi non c’entriamo nulla con inglese, non conosciamo neanche le insegnanti, cerchi di entrare nella scuola il lunedi dopo pranzo e glielo chieda lei. Ho riferito pure questo alla preside e lei, schifata, mi ha risposto: ma cosa cerchi di entrare nella scuola, mi scriva due righe e ci penso io. Dopo due ore mi ha chiamata la scuola che il bambino era stato spostato nell’altro gruppo.
      Io credo che li farà chiamare quei genitori, e sara’ facile saperlo, sia perchè mi ha detto che mi terra’ aggiornata, sia perchè io li conosco e li vedo quasi tutti i giorni: vuoi che qualcuno, se non loro, non mi verra’ a dire qualcosa? 🙂
      Certo se entro poco non vedo e non sento nulla, non ti preoccupare che ricomincio a scassare.
      Penso anche che per lei sia conveniente intervenire subito perchè questi bambini se non vengono arginati subito rischia di trovarseli in 4a o 5a, o peggio alle medie (è preside anche della scuola media del comprensorio), e a quel punto diventa tutto più complicato.

      Mi piace

      • Beh, meno male. Sono sfiduciata perchè la direttrice da noi è una cretina e pure irraggiungibile. Io mi sono aperta la posta certificata per scriverle e comunque non risponde mai. Almeno peró la maestra principale è ottima e mai avrebbe fatto la manfrina delle tue.

        Mi piace

      • E vedi? Io ho la situazione contraria. La nostra preside lavora con la porta aperta, i bambini la conoscono e la salutano. Persino il mio tempo fa mi disse: sai mamma che la preside è molto simpatica? Io la abbraccio sempre quando la vedo!
        Comunque dovendo scegliere avrei preferito maestra come la tua e preside irraggiungibile. Per me la nostra maestra adesso non esiste più. Anche ai colloqui d’ora in poi ci manderò il padre. E meno male che mio figlio è bravissimo a scuola.

        Mi piace

      • Meno male davvero. E peccato, chè lui ci deve stare ancora anni con quella. Speriamo almeno faccia bene la maestra.

        Mi piace

      • La maestra mi pare la faccia bene. Ha una certa età e il metodo mi sembra buono. Peccato che ora mi faccia schifo come persona.

        Mi piace

  4. Wow…un plauso per te
    È così che si fa…io sarei andata direttamente dalla preside..
    Cmq hai agito meglio tu così ste quattro befana le hai messe al muro
    Voglio proprio vedere se capita ancora che tuo figlio venga messo in imbarazzo dai compagni. .se capita rincara la dose…non lasciare perdere
    Brava brava 😉

    Mi piace

  5. Bravissima, ma che odiose quelle maestre, sono anche ignoranti, mi dispiace, ma come si fa a dire che a quell’eta’ non esiste il bullismo, e’ proprio li’ che incomincia, penso che la preside abbia interesse che la sua scuola funzioni al meglio, lei e’ la prima responsabile! Un abbraccio cara, passa un sereno weekend, ❤

    Mi piace

  6. Il bullismo esiste ad ogni età ed è deprecabile sempre! Sei stata brava, tieni alta l’attenzione.

    Liked by 1 persona

  7. Il bullismo esiste anche grazie a maestre con le fette di salame sugli occhi per comodità. Vuoi mettere il da farsi per prendere un ragazzino, fargli fare pace con chi ha preso in giro, redarguirlo, parlarci per fargli capire che quel che ha fatto non si fa, fargli apprendere e far suo il messaggio che non si fanno quelle cose. Meglio non curarsi e “ooops? Cosa? Dove? No non è possibile, son cose tra bambini”
    Sei stata molto brava, io sarei sbottata subito e spero tanto che il tuo percorso più ragionato ti porti veramente ad una svolta, per il tuo ometto.
    Metterei quelle quattro cretine in un angolo e… Vabe, non farmi dire nulla!

    Liked by 1 persona

  8. Scusa, leggo solo ora, settimana da incubo. Che dire, ti conosco bene e sapevo che non ti saresti fermata davanti a nulla e a nessuno a costo di convocare la stampa. La coesione omertosa delle 4 mi fa vomitare e per come sono fatta io (lo sai) penserei seriamente a fargli cambiare classe perché le maestre sono anche maestre di vita e almeno una decente deve esserci. Sono invece molto fiduciosa per come ha reagito la preside, dalla mia simile esperienza ho visto che prendere il toro per le corna (classe di inglese già cambiata) funziona. Tu tieni sempre gli occhi spalancati. Sei stata non brava ma bravissima, io avrei alzato i toni con le 4 stronze, già lo so. Ti abbraccio e abbraccio il mio tesoro (che rabbia però! )

    Mi piace

    • Ecco, mi hai dato un’idea a cui non avevo pensato: la stampa! Se nulla si muove penseremo a giornali e televisioni.
      Scherzi a parte, l’idea di fargli cambiare classe mi ha solo sfiorata per un attimo, poi ho pensato che per lui sarebbe un trauma perché ormai ha i suoi amici, le sue abitudini, la maestra didatticamente sembra brava (ormai mi riservo anche la piena certezza su questo), e in ogni caso le classi a tempo corto sono due: la sua e quella dei bulletti. Meglio la sua a questo punto. La maestra dei bulli, se si può, mi fa più schifo della mia.
      E poi in fondo penso che anche se cambi dove vai? Magari ti trovi peggio, magari trovi altre dinamiche che non ti piacciono, tanto vale restare dove si è cercando di affrontare e di migliorare quello che si può. Certo è che io d’ora in poi starò con gli occhi molto più aperti. Grazie amica, un bacio :*

      Mi piace

  9. Mi era sfuggito questo post. Brava! Te lo avevo detto che avrebbero minimizzato. La Preside sa che se la rischia perché c’è di mezzo una sua precisa responsabilità e ha capito che non avresti mollato. Ancora brava!

    Liked by 1 persona

  10. Purtroppo esistono anche maestre di mer… come queste… una mia amica ha lo stesso problema, le consiglio immediatamente di rivolgersi alla preside. Grazie!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...